Sbocchi professionali

I principali ambiti professionali del laureato in Ingegneria Civile sono:

  • l’ambito progettuale standardizzato, nel quale si esplicano le attività per la concezione delle opere civili e per il loro adeguamento ai mutati scenari della domanda;
  • l’ambito realizzativo, in cui operano le figure professionali del direttore di cantiere, del direttore dei lavori, del responsabile dei lavori, del collaudatore di opere pubbliche e private;
  • l’ambito gestionale delle opere pubbliche e dei servizi nel campo delle infrastrutture civili, con particolare riferimento alle figure del responsabile della sicurezza e dell’esperto di valutazione d’impatto ambientale;
  • l’ambito dell’attività di consulenza, progettazione e controllo esercitata dalle società d’ingegneria.


A tali ambiti corrispondono tipicamente sbocchi occupazionali in:

  • Enti e Amministrazioni pubbliche
  • Agenzie e Società di servizi a partecipazione pubblica
  • Società di progettazione e gestione dei lavori di costruzione di opere civili
  • Imprese di costruzione e manutenzione di opere civili
  • Studi professionali
  • Attività libero professionale


Per accedere proficuamente al corso di laurea sono richieste conoscenze di matematica e di scienze di base assimilabili a quelle acquisibili nelle scuole secondarie superiori.

In particolare:
per la matematica si ritengono necessarie conoscenze di trigonometria, di algebra elementare, di funzioni elementari dirette ed inverse, di polinomi, di equazioni e disequazioni di primo e secondo grado, di geometria elementare delle curve, delle aree e dei volumi; per le scienze si ritengono utili conoscenze di base nell’area della fisica classica e chimica classica (meccanica del punto materiale, elettromagnetismo, termodinamica, costituzione atomica della materia).
Il Regolamento Didattico del Corso di Studio stabilisce nel dettaglio i requisiti e le conoscenze richieste per l’accesso ai corsi di Laurea e specifica le modalità di verifica. È’ prevista una prova di verifica obbligatoria per tutti i pre-iscritti. Gli studenti che non superano la prova e ai quali, conseguentemente, sono attribuiti obblighi formativi aggiuntivi (OFA), devono superare le successive prove di recupero programmate e riservate agli studenti regolarmente immatricolati. A questi studenti sono erogate delle attività di supporto per il recupero degli OFA. L’assolvimento degli OFA è propedeutico a tutti gli esami di profitto.

Il Regolamento Didattico del Corso di Studio stabilisce i requisiti e le conoscenze richieste per l’accesso.
Coloro che intendono immatricolarsi al corso di Laurea devono presentare domanda di pre-iscrizione nei termini stabiliti da apposito bando di immatricolazione. Il Dipartimento predispone corsi preliminari (link alla pagina di riferimento) anche in modalità on-line sulle nozioni di matematica. Più specificamente è stato recentemente realizzato il MOOC Thinking of studying Engineering (link alla pagina di riferimento).
Per tutti i pre-iscritti è effettuata una prova obbligatoria (link alla pagina di riferimento) per verificare il possesso delle conoscenze iniziali, nonchè per favorire la consapevolezza delle scelte da parte degli studenti.
Agli studenti per i quali saranno rilevate carenze significative in tale prova saranno attribuiti obblighi formativi aggiuntivi (OFA), consistenti in attività individuali o di gruppo organizzate dal Dipartimento sotto forma di tutorati o di un corso di recupero. Al termine di tali attività di supporto didattico il Dipartimento organizza una o più prove di verifica finale. L’assolvimento degli OFA è propedeutico a tutti gli esami di profitto.